Proprietà Cassa Risparmio Carpi
Carpi, 1994-1998
Ristrutturazione a cura degli architetti: Afra e Tobia Scarpa

LE OPERE MINUZIOSE DI CESARE ROVERSI
Il fare architettura, opera dell’ingegno umano, esige un atteggiamento scrupoloso e un operare minuzioso. Gli intonaci delle pareti, sono in tinte diverse accordate con dipinti preesistenti. I pavimenti in legno sono un forte segno di continuità. Lo scalone è realizzato in pietra con intarsi in marmo. Il disegno degli intarsi annuncia un tema geometrico del dipinto del salone centrale che si ritrova, nel grande lucernario disegnato ex-novo. Si è rivelata necessaria una profonda conoscenza delle tecniche di lavorazione tradizionali, rivista alla luce di tecnologie e di un gusto contemporaneo. E questo ci riporta a quel rapporto specialissimo di insegnamento e di scambio tra architetto ed artigiani ricordato dall’architetto Tobia Scarpa: condizione imprescindibile affinché il migliore tra i progetti divenga la migliore realizzazione.

Corridoio

Porte in legno di noce. Il pavimento è a listoni in massello di rovere, lavorati a incastro, il fissaggio del pavimento  avviene mediante colla e viti poste alle due estremità del listone, il foro contenente la vite è tamponato da chiodi incassati, in rovere. Il listoni sono posti a formare un disegno centrale, contornato da una fascia perimetrale a doppio listello in wengè lavorato ad incastro .

Corridoio1
Corridoio2
Porte interne

Porte realizzate in multistrato marino lastronato in noce, su entrambe le facce della porta vi sono dei filetti incastonati in wengè che creano un motivo a specchiature simmetriche. Agli angoli di ogni specchiatura vi sono chiodi accoppiati in noce del diametro di 20 mm, cerniere e maniglie a "uovo", sono in fusione di ottone.

Porte interne1
Porte interne2
Finestre

I telai sono in massello di rovere sagomato. All'esterno il gocciolatoio in ottone è inserito ad incasso nel traverso inferiore. All'interno, i fermavetri sono costituiti da barre in ottone a giunzione diagonale, fissate a telaio mediante viti a brugola disposte a coppie.

Finestre1
Finestre2
Scala

La struttura della scala è in barre di ferro trafilato, saldate tra loro. Un profilo laterale unico e continuo, della larghezza costante di 10 cm, segue l'andamento dell'intera rampa. Una barra a "L" costituisce la struttura di aggancio e contenimento di alzate e pedate, realizzate in massello di bubinga. Il corrimano e la ringhiera sono realizzati in ferro tondo e completati in testa da un cilindro di ottone della stessa sezione.

Scala1
Scala2
Galleria Realizzazione