realizzato a Milano
Ristrutturazione a cura
degli architetti: Francesco Paglia, Roberto Ardito.
Consulente: Michele Falcetta
anno di realizzazione: 2000

Progettato per ampliare e approfondire lo studio delle relazioni che legano lo spazio virtuale allo spazio fisico, il nuovo showroom Xelion del gruppo Unicredito Italiano si concretizza come un luogo fisico della pagina web. Si accede attratti dalla vetrina a doppia altezza: “la copertina trasparente”. Una volta entrati nello spazio fisico del negozio, l’esperienza del cliente si fonda nella ricerca dei punti di gravitazione mediante i quali accedere ai diversi livelli di consulenza.

L’ambiente  è costruito con elementi compositivi fortemente caratterizzanti. I pavimenti e i soffitti accentuano la sensazione di galleggiamento in assenza di gravità, attraverso effetti di velatura dei contorni e di sfondamento dei volumi. I punti di consulenza hanno carattere di forza e stabilità. Pavimenti in resina con effetto spatolato morbido, muri in mattoni faccia a vista resi eterei dalla vernice bianca e controsoffittature realizzate con pannelli in metallo a specchio e in cartongesso nero con catenelle metalliche si contrappongono ai piani di lavoro per la consulenza e la navigazione, realizzati in legno scuro (wengé), sedute colore rosso acceso, armadi tecnologici modulari in legno verniciato e strutture di supporto per gli schermi in linea, che nascono dal pavimento e si perdono nel soffitto. Una serie di elementi in movimento sottolineano la flessibilità di utilizzo e di trasformazione degli spazi.

Flagship

Postazioni di lavoro curvilinee a parete, dotate di porta CPU forati sui lati, laccati color argento. Tavoli rotondi con piano lastronato in wengè e basamento metallico trattato con vernici color argento.

Flagship1
Flagship2
Scala

Corpo scala ellittico con pedate in cristallo opaco, rivestita in lamiera di ferro piegata e verniciata con argento metalizzato.

Scala1
Scala2
Galleria Realizzazione